SICUREZZA

_

AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

Se si desidera rimanere aggiornati in tempo reale sull’apertura al pubblico dell’istituto in caso di emergenza iscriversi al canale telegram www.t.me/accademialigustica

 

GREEN PASS, ACCESSO E CONVENZIONE CON LE FARMACIE COMUNALI

L’accademia Ligustica ha realizzato un accordo con le Farmacie Comunali di Genova per consentire agli studenti regolarmente iscritti di effettuare il tampone utile al rilascio della certificazione verde al prezzo calmierato di € 6,00.

Il tampone, da prenotarsi nelle Farmacie Comunali, sarà poi effettuato all’hub sito presso l’ex Teatro della Gioventù – via Cesarea 16.

 

Si ricorda inoltre che, ai sensi dell’Ordinanza Regionale 31/2021, coloro che hanno effettuato la prima dose del vaccino (per i cicli vaccinali da due dosi) e sono in attesa della certificazione verde potranno, nell’attesa dell’avvenuta attivazione del green pass, recarsi in una delle farmacie sul territorio regionale ed effettuare il tampone gratuitamente.

CONSULTA LA PROCEDURA COMPLETA

1) prenotare il tampone esclusivamente in una delle farmacie di cui il link a seguire

https://www.farmaciecomunali.genova.it/site/farmacie.html

2) al momento della prenotazione sarà richiesto, per l’applicazione del prezzo calmierato, un documento d’identità e l’autocertificazione, che ciascuno studente può ottenere tramite la propria area del portale ISIDATA, comprovante la frequenza ai corsi dell’Accademia Ligustica;

3) all’appuntamento presentarsi all’hub di via Cesarea 16 (ex Teatro della Gioventù) con i documenti di cui sopra e lo scontrino / ricevuta dell’avvenuto pagamento della prestazione

LEZIONI E ATTIVITÀ DIDATTICHE

Si rimanda alle modalità di cui alle indicazioni del consiglio accademico contenute nel presente documento.

ACCESSO E PERMANENZA NELLE STRUTTURE

L’accesso alle strutture potrà avvenire solamente presso l’ingresso, individuato dall’opportuna cartellonistica, secondo le modalità a seguire:

  • in ingresso fermarsi presso il punto di rilevazione della temperatura;
  • avvicinarsi al rilevatore automatico per la misurazione della temperatura e quindio personale e ospiti (con appuntamento) dell’Accademia, si procederà ad annotare su apposito registro i dati utili al solo contact tracing;o studenti, l’ingresso sarà annotato su specifico registro;
    o pubblico del Museo, l’ingresso sarà annotato su uno specifico registro da conservarsipresso il Museo e con i soli dati utili al contact tracing;
  • qualora la temperatura sia inferiore alla soglia di 37,5° (si ricorda, ai fini privacy, che è necessario conoscere il superamento o meno di tale soglia, non la temperatura in sé) sarà possibile accedere alle strutture. In caso di temperatura superiore non sarà consentito l’accesso alle strutture e il soggetto dovrà contattare il proprio medico curante.In caso di inoperatività o assenza dello scanner automatico l’operatore di Accademia procederà a rilevazione manuale mantenendosi a distanza di sicurezza e con i necessari accorgimenti.Il Decreto-legge 52 del 22 aprile 2021, come modificato dal Decreto-legge 111 del 6 agosto 2021, ha disposto che, dal 1° settembre 2021 e fino al termine di cessazione dello stato di emergenza, al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione in presenza del servizio essenziale di istruzione, tutto il personale scolastico del sistema nazionale di istruzione e universitario, nonché gli studenti universitari, devono possedere e sono tenuti a esibire la certificazione verde COVID-19 di cui all’articolo 9, comma 2.Tale adempimento si affianca a quello già previsto per l’accesso ai Musei e agli altri luoghi della cultura. Pertanto:
  • il personale in servizio dovrà disporre di certificato verde in corso di validità, di cui dovranno essere comunicati gli estremi agli uffici amministrativi dell’Accademia;
  • gli studenti dovranno possedere certificato verde in corso di validità e dovranno esibirlo su richiesta del personale dell’Accademia in fase di ingresso (la verifica sarà sul totale degli studenti);
  • i visitatori diretti al Museo dell’Accademia, nonché altri visitatori e ospiti in ingresso nelle strutture dell’Accademia dovranno esibire in ingresso il proprio certificato verde in corso di validità.Il controllo del possesso e della regolarità delle certificazioni verdi avverrà mediante annotazione, su apposito registro, delle verifiche effettuate con la specifica APP (VerificaC19) approvata dal Governo italiano o mediante altri strumenti automatizzati per cui si garantisce la non memorizzazione di dati personali. Per entrambi i metodi di verifica si procederà ad affiggere in ingresso le relative informative ai fini della tutela dei dati personali.NB: chiunque intenda fare ingresso in Accademia non potrà accedere se negli ultimi 14 giorniha avuto contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19 (oppure di 10 giorni dall’ultima esposizione al caso positivo, seguiti da un test antigenico o molecolare con esito negativo o 7 se vaccinati) o provenga da zone a rischio secondo le indicazioni dell’OMS. Si rammentano a tal fine le disposizioni previste dal DPCM 02 marzo 2021, artt. 49 e 50, relative agli spostamenti da e per l’estero e agli obblighi di dichiarazione in caso di spostamento.

    Ai soli fini del monitoraggio degli accessi in funzione del tracciamento di eventuali situazioni di positività al coronavirus i suindicati registri saranno tenuti per 14 giorni, al termine dei quali potranno essere smaltiti in conformità con le vigenti normative sulla privacy.

    L’uscita dalla struttura sarà da effettuarsi attraverso le uscite segnalate. Per la chiusura della struttura di Largo Pertini il personale ausiliare potrà utilizzare anche il civico 6.

    In deroga a quanto sopra indicato, nei casi di portatori di handicap l’accesso e l’uscita del soggetto sono gestite tramite l’ingresso del civico 6, con l’uso dell’ascensore, e assistenza di un operatore di Accademia, che dovrà usare le necessarie misure di protezione a tutela della salute di entrambi.

    In ingresso, uscita e permanenza dovranno essere rispettate le vie di transito come indicate a pavimento/da indicazioni affisse al fine di limitare l’interazione tra flussi di persone in senso opposto. In particolare, nello scalone monumentale, sono poste segnaletiche e barriere a delimitare i flussi di transito.

    Nei punti nevralgici, ove vi sia potenziale interazione tra i flussi di marcia, è apposta segnaletica che ricorda le norme di non assembramento e di prevenzione del contagio.

    Con riferimento alle specificità delle diverse strutture potranno essere emanate precise indicazioni a recepire eventuali peculiarità delle stesse.

 

SEGRETERIA STUDENTI

Si avvisano tutti gli studenti che per fronteggiare l’emergenza sanitaria la Segreteria attualmente svolge una ridotta apertura al pubblico. Per richiedere un appuntamento o per eventuali domande è necessario scrivere una e-mail a info@accademialigustica.it

 

SITUAZIONI DI FRAGILITÀ

Qualora lo studente che partecipi in presenza alle lezioni dell’Accademia sia in una condizione di fragilità, lo stesso dovrà darne adeguata informazione all’Accademia mediante comunicazione all’e-mail sorvsan@accademialigustica.it, dedicata allo scopo, in modo da adottare gli accorgimenti necessari. 

 

ACCESSO A SOGGETTI ESTERNI

Si ricorda che, ai sensi della normativa vigente, ogni soggetto esterno dovrà presentare valida certificazione verde.

Fornitori

I fornitori devono citofonare e attendere l’operatore, che andrà a ritirare il materiale/posta in accordo alle disposizioni di sicurezza necessarie (distanziamento, mascherina, igiene delle mani/guanti). Il passaggio di materiale non deve essere diretto (da mano a mano) ma indiretto (posando il materiale a terra o su altra superfice, quindi provvedendone al ritiro). La posta è ritirata direttamente in guardiola.

Laddove l’erogazione della fornitura presupponga necessariamente l’ingresso ai locali, l’Accademia comunica ai fornitori sia le informazioni di carattere generale sia le regole comportamentali a cui attenersi al fine di ridurre le occasioni di contatto con il personale, con particolare riferimento a quelle afferenti alla mobilità in entrata, in uscita e all’interno dei luoghi di lavoro.

Per quanto riguarda i visitatori esterni e fornitori, l’accesso è comunque limitato alle attività indispensabili; il passaggio all’interno delle strutture deve, per quanto possibile, avvenire seguendo le indicazioni (a parete o a pavimento) presenti; qualora non sia possibile delimitare il flusso per consentire il transito in una direzione univoca, si deve realizzare il passaggio senza creare assembramenti e mantenendo il distanziamento interpersonale (dando precedenza al passaggio a una delle parti). Permane l’obbligo di utilizzo di mascherina protettiva.

Chi intende fare ingresso (manutentori, rifornitori macchine caffè, ecc.) deve sottoscrivere apposita autodichiarazione che indica le necessarie informazioni circa le attività degli ultimi giorni e i contatti in relazione a un possibile contagio da COVID-19; è inoltre precluso l’accesso a chi abbia avuto contatti con soggetti positivi al COVID-19 o che presenti sintomi secondo le tabelle già pubblicate in precedenza; in tali casi sarà necessario, per poter nuovamente accedere alle strutture, una preventiva comunicazione avente ad oggetto l’avvenuta negativizzazione del soggetto o di termine del periodo di isolamento fiduciario senza insorgenza di malattia.

In caso di presenza nei locali dell’Accademia di lavoratori dipendenti da imprese terze, i datori di lavoro di queste ultime dovranno essere informati dell’obbligo a loro carico di dare immediata comunicazione all’Accademia dell’eventuale positività al COVID-19 di propri dipendenti e di collaborare con l’Accademia e l’Autorità sanitaria competente nell’individuazione degli eventuali contatti stretti.

Per l’accesso alle strutture è richiesto il possesso e verifica della certificazione verde, che sarà eseguito sulla totalità degli entranti.

Pubblico

Il pubblico indirizzato agli uffici può accedere previa verifica da parte dell’operatore in accoglienza che la struttura non presenti, al suo interno, un eccessivo numero di persone, limitando pertanto il rischio di assembramento tramite un controllo degli accessi. Qualora sia possibile, l’invito sarà di contattare gli uffici tramite e-mail o telefonicamente.

È sempre consentito l’accesso del pubblico (solamente previo appuntamento), che dovrà essere sottoposto alle procedure di rilevazione in ingresso con annotazione dei dati utili al contact tracing e alla verifica della certificazione verde.

 

Visitatori del Museo

Il pubblico indirizzato al Museo in Largo Pertini deve effettuare il controllo in ingresso come da specifica procedura, quindi procedere al piano superiore seguendo le apposite indicazioni. Si è installata barriera in plexiglass per la biglietteria del Museo; il personale, anche volontario, deve sempre indossare mascherina di protezione in caso di contatto diretto con il pubblico.

I dati relativi al contact tracing saranno acquisiti e depositati presso l’ingresso del Museo.

In ogni caso il pubblico deve rispettare le medesime disposizioni già previste per i lavoratori e nello specifico, in particolare la sanificazione con gel mani messo a disposizione dall’Accademia in tutti i locali. Si raccomanda il mantenimento del distanziamento interpersonale, quando possibile.

Tali disposizioni saranno rese note anche mediante affissione e comunicazione in fase di accesso. Al fine di prevenire la diffusione di eventuali particelle contaminanti viene chiusa la c.d. sala delle tavole, per l’impossibilità di garantire la costante sanificazione dell’impianto di climatizzazione ivi presente e necessario al mantenimento delle condizioni necessarie alla conservazione delle opere.

Per l’accesso alle strutture è richiesto il possesso e verifica della certificazione verde, che sarà eseguito sulla totalità dei visitatori.

 

MUSEO ED EVENTI

Le attività relative al Museo sono effettuate solamente qualora consentite dalle disposizioni vigenti. In tal caso, l’accesso al Museo da parte del pubblico è previsto solamente entro il limite massimo di capienza, dell’interno Museo, di n. 15 persone simultaneamente.

Non saranno consegnate audioguide al fine di ridurre i possibili vettori di esposizione al COVID-19.

Nominativo e dati necessari per il contact tracing dei visitatori saranno annotati dallo staff presente all’ingresso della struttura di Largo Pertini 4.

 

CRITICITÀ

In caso di temperatura corporea superiore ai 37,5° non sarà consentito l’accesso. Le persone in tale condizione saranno momentaneamente isolate (è possibile trattenere la persona nell’atrio dell’Accademia, a sinistra del primo rampante dello scalone monumentale e, comunque, a debita distanza da guardiola e personale ivi operativo) e fornite di mascherine chirurgica e FFP2. Tali soggetti dovranno contattare nel più breve tempo possibile il proprio medico curante o i numeri regionali o nazionali per l’emergenza COVID-19 e seguire le indicazioni fornite.

 

GESTIONE DI UN (POSSIBILE) CASO DI SARS-COV-2

Ai fini di una rapida identificazione dei soggetti che presentano sintomi sono realizzati controlli della temperatura, come sopra indicato, e apposite campagne informative tese a informare e coinvolgere l’intera platea di utenti e fruitori delle strutture dell’Accademia al fine di scongiurare il rischio di contagio da COVID-19.

La persona che, durante la permanenza nella struttura, sviluppi febbre o sintomi compatibili con il COVID-19 come tosse o raffreddore, dovrà contattare il proprio medico e informare immediatamente l’Accademia (Direttore/Direttore Amministrativo). Il soggetto dovrà essere isolato in un luogo dotato di areazione e sarà fornito di mascherina FFP2 e chirurgica. Questo dovrà quindi contattare nel più breve tempo possibile il proprio medico curante o i numeri regionali o nazionali per l’emergenza COVID-19 e seguire le indicazioni fornite.

Altresì la persona dovrà informare l’Accademia qualora sviluppi sintomi successivamente alla permanenza nella struttura e qualora effettui un test, anche c.d. rapido, con esito positivo.

Si procederà quindi a disinfezione e sanificazione di ogni ambiente nel quale la persona ha avuto attività e alla raccolta dei nominativi di coloro che hanno avuto contatti stretti con la stessa.

L’Accademia avvertirà immediatamente le Autorità sanitarie competenti e il numero regionale per il supporto alle imprese (0105484444) fornito dalla Regione a fronte dell’emergenza COVID-19. L’Accademia collabora con le Autorità sanitarie per la definizione degli eventuali “contatti stretti” di una persona presente in Istituto riscontrata positiva al tampone COVID-19, al fine di permettere alle Autorità di applicare le necessarie e opportune misure di quarantena volte a prevenire l’attivazione di focolai epidemici. Nel periodo dell’indagine, si potrà chiedere agli eventuali possibili “contatti stretti” di lasciare cautelativamente l’Istituto, secondo le indicazioni dell’Autorità sanitaria.

Per comprendere quando il soggetto potrà rientrare in servizio è necessario comprendere le definizioni di “quarantena” e “isolamento”, contenute all’interno della circolare del Ministero della Salute n. 32850 del 12.10.2020, ovvero:

  • l’isolamentodeicasididocumentatainfezionedaSARS-CoV-2siriferisceallaseparazionedelle persone infette dal resto della comunità per la durata del periodo di contagiosità, in ambiente e condizioni tali da prevenire la trasmissione dell’infezione;
  • laquarantena,invece,siriferisceallarestrizionedeimovimentidipersonesaneperladuratadel periodo di incubazione, ma che potrebbero essere state esposte ad un agente infettivo o ad una malattia contagiosa, con l’obiettivo di monitorare l’eventuale comparsa di sintomi e identificare tempestivamente nuovi casi.Il rientro in servizio di studenti e lavoratori già risultati positivi all’infezione potrà avvenire secondo lo schema a seguire (tratto dalla circolare 36254-11/08/2021 del Ministero della Salute).

 

PULIZIA E SANIFICAZIONE

Sono realizzate periodiche attività di sanificazione straordinaria e completa delle strutture (Largo Pertini, Piazza Senarega, Sant’Agostino) in uso all’Accademia a opera di ditta qualificata (Bene SRL) mediante l’uso di specifico prodotto con apposita certificazione (Perox, prodotto a base di perossido d’idrogeno e sali quaternari, PMC Reg. Min. Salute n. 19829, si allega scheda tecnica).

Il personale ausiliario presente procede quotidianamente alla pulizia e sanificazione dei locali interessati da attività d’ufficio, delle postazioni di lavoro, delle aree comuni e di svago e delle superfici di maggior contatto.

È garantita la pulizia e sanificazione giornaliera dei locali, mensa, tastiere dei distributori di bevande e snack. È garantita inoltre la pulizia a fine turno e la sanificazione di tastiere, schermi touch, mouse, con adeguati prodotti, sia negli uffici, che negli altri spazi didattici e non didattici, con presidi messi a disposizione di ciascun lavoratore. L’attività di sanificazione dei locali sarà tracciata mediante apposito registro.

In ogni struttura è assicurato un adeguato tasso di ventilazione e ricambio d’aria, si raccomanda di areare i locali durante e dopo ciascuna attività.

Per i condizionatori presenti in sede, la pulizia/sanificazione filtri verrà effettuata secondo quanto indicato dal manutentore; per quanto riguarda la climatizzazione della c.d. sala delle tavole del Museo dell’Accademia, si prevede la chiusura al pubblico di tale locale per consentire il mantenimento delle condizioni microclimatiche necessarie per la tutela delle opere senza recare pericolo alle persone.

Si allega al presente protocollo estratto dalla nota 17644 del 22.05.2020 a cura del Ministero della Salute relativa alle procedure di sanificazione dei luoghi di lavoro.

Si allega inoltre al presente protocollo il documento “Gestione delle operazioni di pulizia, disinfezione, e sanificazione nelle strutture scolastiche” ed. 2020, a cura dell’INAIL, da applicarsi per quanto compatibile.

A seguire si riportano le principali fonti normative e regolamentari per la gestione del rischio di contagio da SARS-CoV-2.

Si allega procedura di emergenza approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 12/12/2016 valida in caso di allerta meteo diramata dalle autorità competenti.

Si rimanda, come anche indicato nella procedura stessa, alle norme di autoprotezione e alle indicazioni presenti sul sito del Comune di Genova – sezione Protezione Civile.